Emorroidi?

Puoi provare Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico

Emorroidi?

Puoi contare su Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi
sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico

Emorroidi allo stadio iniziale: come arginarle tempestivamente

Emorroidi allo stadio iniziale: come gestirle? La parola “emorroidi” viene erroneamente confusa col nome della patologia emorroidaria a cui sono legate. In realtà le emorroidi sono delle strutture vascolari normalmente presenti nel canale anale di tutte le persone, la cui presenza non viene avvertita. Quando questi vasi sanguigni cominciano a dilatarsi eccessivamente e a infiammarsi, possono provocare la cosiddetta malattia emorroidaria. Vediamo come arginarla in tempo.

Grado, sintomi e i fattori di rischio della patologia emorroidaria

Il trattamento delle emorroidi dipende dallo stadio della malattia e dal suo decorso. Vediamo come vengono classificate le emorroidi:

  • Stadio I. Si tratta di emorroidi allo stadio iniziale, ancora interne e non prolassanti, cioè non fuoriescono dal canale anale.
  • Stadio II. In questo caso le emorroidi sono prolassanti, ma riducibili spontaneamente. Fuoriuscendo al momento dell’evacuazione, possono provocare fastidio e sanguinamento.
  • Stadio III. Sono emorroidi prolassanti che possono ridursi solo manualmente.
  • Stadio IV. È la fase più avanzata della malattia. Le emorroidi sono costantemente prolassate e non si riducono manualmente

Le emorroidi allo stadio iniziale (e la malattia emorroidaria in genere) possono causare una sintomatologia molto sgradevole. Ecco i sintomi principali:

  • Dolore, avvertito soprattutto durante l’evacuazione;
  • Possibili perdite di sangue, dovute alla rottura delle emorroidi;
  • Sensazione di pesantezza sulla zona ano- rettale;
  • Prurito e bruciore.

I fattori che favoriscono o scatenano la malattia emorroidaria possono essere:

Attenzione allo stress, possibile fattore predisponente

Le nostre emorroidi allo stadio iniziale potrebbero essere la risultante di un periodo di stress molto intenso. Il nostro corpo ci lancia spesso dei segnali per farci capire che qualcosa non va nel nostro stile di vita.

Il nostro vissuto quotidiano è un accumularsi di incombenze, scadenze, obiettivi da raggiungere: spesso è difficile conciliare lavoro e vita privata ed essere sempre al top. Ci affanniamo per cercare di incastrare tutti gli impegni senza tralasciare nulla. Tensione, ansia, stress influiscono negativamente sul nostro organismo, le cui risposte culminano a volte con l’insorgenza di disturbi psicosomatici.

Tra questi è frequente la sindrome del colon irritabile. Le fisiologiche funzioni intestinali sono alterate, con sviluppo di diarrea o stitichezza cronica, che possono favorire la comparsa di malattia emorroidaria.

Un’altra ragione di tensione può essere la difficoltà a trovare tempo per andare in bagno. Ritmi lavorativi frenetici, utilizzo di una toilette condivisa: questi motivi ci inducono a trattenere le feci e ci impediscono di andare al bagno nel momento in cui ne abbiamo maggiore necessità. Ciò può alterare il fisiologico transito intestinale, causare ristagno e indurimento fecale, con possibile comparsa di stipsi e sindrome emorroidaria associata.

Come abbiamo visto, quindi, la comparsa di disturbi come la malattia emorroidaria è un campanello d’allarme da non trascurare per migliorare il nostro stile di vita. Per il nostro benessere sarebbe necessario riordinare le nostre priorità, per evitare che l’accumulo di impegni personali e lavorativi ci debiliti e ci renda vulnerabili.

Come possiamo trattare le emorroidi patologiche?

Il primo trattamento è la trasparenza. Comunicare il proprio disturbo emorroidario non è sempre facile. Spesso proviamo disagio per via della delicata zona interessata dalla patologia. Contattare uno specialista sarà la scelta più indicata per fare chiarezza sulla propria malattia emorroidaria e ottenere una terapia adeguata. Il proctologo, cioè il medico che cura le patologie del colon- retto ano, saprà trattare con delicatezza e discrezione il nostro problema.

Le emorroidi allo stadio iniziale possono essere gestite con una terapia conservativa. Questa prevede alcune regole igienico-alimentari, quali:

Se desideriamo ricevere consigli mirati al nostro quadro clinico, non esitiamo a rivolgerci al nostro medico di fiducia.