Emorroidi?

Puoi provare Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico

Emorroidi?

Puoi contare su Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi
sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico

Cosa non mangiare con le emorroidi e cosa preferire: consigli e idee menù

Cosa non mangiare con le emorroidi infiammate? Seguire una corretta alimentazione sarà importante sia per migliorare la situazione locale, sia per contrastare l’insorgenza del disturbo. Vediamo quali cibi escludere dalla dieta e quali alimenti scegliere se siamo affetti da patologia emorroidaria.

Ecco cosa non mangiare con le emorroidi: niente cibi irritanti, astringenti e lassativi

Un’adeguata alimentazione in caso di emorroidi patologiche sarà finalizzata a regolarizzare il transito intestinale e a favorire l’evacuazione. Due dei fattori predisponenti il disturbo, infatti, sono stitichezza e diarrea.

La nostra dieta dovrà perciò escludere il consumo di alimenti che potrebbero sia alterare la peristalsi intestinale, ossia i movimenti dell’intestino fino all’evacuazione, sia peggiorare il processo irritativo.

“No” dunque a eccessi di carni rosse lavorate e insaccati salati, cibi grassi e fritti, cioccolato, pane e pasta a base di farine raffinate, dolci elaborati e ricchi di zuccheri, alcune spezie (attenzione al peperoncino) bevande quali caffè, bibite gassate, alcolici (come ad esempio il vino) e superalcolici.

Alimenti e bevande per contrastare le emorroidi patologiche

Cosa possiamo mangiare per ridurre la sintomatologia fastidiosa e prevenire l’insorgenza del disturbo emorroidario?

  • Fibre. Regolarizziamo il nostro transito intestinale consumando fibre insolubili e solubili in rapporto di 3:1. Le fibre insolubili contribuiranno ad aumentare il volume delle feci, mentre le fibre solubili renderanno morbida la consistenza delle feci, favorendone l’espulsione. Per assumere fibre insolubili scegliamo frutta fresca, ortaggi (anche cotti) e avena. Per introdurre fibre solubili preferiamo verdura a foglia verde, prodotti a base di cereali integrali, semi di lino, frutta secca.
  • Yogurt magro. Ricco di fermenti lattici, contribuirà a ripristinare la flora batterica intestinale, soprattutto dopo episodi di diarrea. Se assunto con regolarità, tale alimento diminuirà la quantità di batteri negativi e incrementerà la flora intestinale positiva.
  • Acqua e tisane antiemorroidarie. Cerchiamo di idratarci, bevendo almeno 1, 5- 2 litri di acqua al giorno. Bere acqua renderà la nostra pelle più elastica, contrastando la secchezza della zona anale e perianale, e contribuirà ad ammorbidire le feci, agevolandone l’espulsione.

Combattiamo le emorroidi a tavola: idee per un menù bilanciato

Dopo aver visto cosa non mangiare con le emorroidi e cosa prediligere, mettiamo in pratica questi consigli e vediamo come alimentarci nell’arco di una giornata.

COLAZIONE

Yogurt bianco magro ricco di fermenti lattici, con frutta fresca a pezzi e circa 30 g di frutta secca tra mandorle, noci e nocciole. In caso di stipsi, tè e biscotti secchi a basso contenuto di zuccheri.

SPUNTINO

Un frutto, come ad esempio una mela o una banana.

PRANZO

Pasta integrale con zucchine o riso in bianco, con olio extra- vergine d’oliva e un cucchiaio di Parmigiano grattugiato.

SPUNTINO

Un frutto di stagione.

CENA

Pollo ai ferri o pesce cotto al vapore, bietola al vapore o carote crude grattugiate, condite con un filo d’olio extra- vergine d’oliva.