Emorroidi?

Puoi provare Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico

Emorroidi?

Puoi contare su Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi
sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico
Alimentazione per emorroidi esterne: gli insaccati

Alimentazione per emorroidi esterne: suggerimenti per il consumo di carni, salumi e insaccati

Pubblicato il:

Molti di noi non mangiano carne per scelta, altri non la amano, altri ancora ne consumano in grande quantità. In un equilibrato regime alimentare per emorroidi esterne dobbiamo valutare con attenzione se e in che modo introdurre le proteine di origine animale.

Spesso la carne rossa viene demonizzata, tuttavia il suo consumo non è sempre criticabile. L’importante è garantire al nostro organismo il giusto apporto proteico.

Una corretta alimentazione per emorroidi esterne prevede l’eliminazione completa di carni, salumi e insaccati?

Un consumo eccessivo di carni rosse, soprattutto se lavorate (come salumi, insaccati e carne in scatola) aumenta le probabilità di sviluppare alcuni tumori. L’aumento del rischio è però proporzionale alla quantità e alla frequenza del consumo stesso: mangiare carne rossa fresca una o due volte a settimana è quindi accettabile per garantire l’apporto di nutrienti preziosi per l’organismo (soprattutto vitamina B12 e ferro); le carni rosse lavorate andrebbero invece evitate o consumate solo saltuariamente.

La pericolosità delle carni rosse lavorate, conseguente ad un consumo eccessivo, deriva sostanzialmente dal tipo di interazione con l’organismo. La lavorazione delle carni per la loro conservazione e le modalità di cottura ne modificano la struttura molecolare, rendendo la carne potenzialmente dannosa per la salute: la cottura alla griglia o in padella ad alte temperature produce sostanze potenzialmente tossiche e cancerogene. È pertanto buona norma prediligere metodi di preparazione più sani, come ad esempio la cottura al vapore.

I cibi di origine animale contengono, oltre alle proteine, anche molte altre sostanze tra cui i grassi saturi e il ferro, contenuto all’interno del gruppo EME, una struttura molecolare fondamentale, in grado di trasportare l’ossigeno nel nostro organismo. In dosi eccessive, tuttavia, i grassi saturi e il ferro del gruppo eme, possono stimolare l’aumento di “colesterolo cattivo” (LDL), e dei livelli di insulina nel sangue, e alterare della flora batterica intestinale, accrescendo il rischio di insorgenza di certe patologie, tra cui i tumori del colon-retto.

Nessuna patologia è imputabile esclusivamente al consumo di carne rossa, ma gli individui che seguono diete ricche di proteine animali, soprattutto carni rosse e lavorate, sono colpiti più frequentemente da disturbi come diabete di tipo 2, infarto, ictus, obesità e cancro.

Come inserire un adeguato apporto proteico in una regolare alimentazione per emorroidi esterne?

Per garantire un adeguato apporto di proteine nella dieta è possibile sostituire le carni rosse, con pollame e coniglio –le cosiddette carni bianche-, che contengono solo una minima quantità di grassi saturi e ferro del gruppo EME; in alternativa si possono assumere pesce o proteine vegetali presenti in notevole quantità in legumi e soia. Inoltre è opportuno limitare al massimo il consumo di salumi e insaccati, così come di carne cotta al limite della bruciatura, ricordando che le croste nere che si formano sulla superficie sono altamente cancerogene.

Questo contenuto è stato utile?

Con una sola risposta puoi aiutarci a migliorare la nostra attività informativa.
Il tuo riscontro resterà privato

No

Se vuoi, aggiungi qualche dettaglio: ogni indicazione è preziosa.
Ricorda che questo non è un modulo di contatto.


Potrebbero interessarti anche:

Quanto durano le emorroidi? Indicazioni sui tempi di guarigione

Pubblicato il:

“Ma quanto durano le emorroidi?” Molti di noi si saranno posti questa domanda, afflitti da malattia emorroidaria e relativa sintomatologia.

Il decorso del disturbo può variare in relazione al livello di gravità della patologia (che possiamo iniziare a comprendere tramite il test interattivo “grado di patologia”), alla soggettività del paziente e ad alcune abitudini comportamentali.

emorroidi stitichezzaemorroidi stitichezza

Emorroidi esterne causate da stitichezza: come impostare una giusta dieta

Pubblicato il:

Ci sarà capitato di domandarci se le emorroidi esterne siano dovute ai nostri problemi di stitichezza. Ebbene sì: tra i fattori di rischio della patologia emorroidaria vi sono l’irregolarità dell’alvo e tutte le condizioni che determinano un aumento della pressione endoaddominale, come appunto la stipsi.

FARMACO AUTOMEDICAZIONE
CON MEDICINALE

Proctosoll
CREMA RETTALE

Scopri Proctosoll Crema Rettale:
tripla azione antinfiammatoria, anestetica locale e anticoagulante.

Visita la scheda prodotto >
DISPOSITIVO MEDICO
SENZA CORTISONE

Proctosoll
ALLEVIA

Scopri Proctosoll Allevia:
un fresco sollievo da dolore, prurito e bruciore.

Visita la scheda prodotto >

Le emorroidi

Cerchi maggiori informazioni sulla patologia emorroidaria? Scopri l'approfondimento scientifico dedicato.

Visita la scheda patologia >