Emorroidi?

Puoi provare Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico

Emorroidi?

Puoi contare su Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi
sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico

Ci chiediamo come eliminare le emorroidi? Cinque dritte per ridurre i sintomi

Pubblicato il:

Ci siamo mai domandati come eliminare le emorroidi? La malattia emorroidaria può causare non pochi disagi: prurito anale, dolore e senso di pesantezza che possono rendere difficile la nostra quotidianità. Purtroppo, eliminarle è impossibile, ma ridurre la sintomatologia fastidiosa quando diventano patologiche sì, con alcuni accorgimenti che riguardano alimentazione e stile di vita. Vediamo cosa fare.

Come eliminare le emorroidi patologiche? Possiamo agire sui sintomi per ridurre il fastidio

Molti di noi vorrebbero poter eliminare questo problema dall’oggi al domani, ma ciò non è possibile. Al contrario, la malattia emorroidaria andrà affrontata con gradualità e costanza, seguendo alcune pratiche quotidiane che riguardano alimentazione, stile di vita e tonificazione vascolare. Ecco quali:

  • Dieta equilibrata. Prediligiamo il consumo di ortaggi e frutta di stagione, che contribuiranno a mantenere regolare il transito intestinale grazie al loro alto contenuto di fibre. Evitiamo, invece, il “cibo spazzatura” che può avere un’azione irritante e contribuire a peggiorare l’infiammazione emorroidaria.
  • Idratazione frequente. Sarà importante bere molta acqua, spesso e a piccoli sorsi. Dovremo garantire al nostro organismo un apporto idrico di almeno 1, 5 litri al giorno. In questo modo agevoleremo il naturale transito intestinale, ammorbidendo le feci e facilitandone l’espulsione. Rinunciamo, invece, a bibite gassate e bevande alcoliche, dall’azione irritativa.
  • Stile di vita corretto. Possiamo eliminare tre cattive abitudini. Ricordiamo che la malattia emorroidaria può essere legata a un’alterazione della circolazione. Eccessiva permanenza sul WC, sedentarietà e fumo sono alcuni tra i fattori predisponenti. Stare troppo tempo seduti sul WC potrebbe rallentare il flusso sanguigno e causare ristagno venoso, aggravando il gonfiore. L’abuso di nicotina, inoltre, può causare problemi a livello cardiovascolare, peggiorando il quadro clinico.
  • Igiene intima scrupolosa. Evitiamo lavaggi troppo frequenti e sfregamento con la carta igienica, per non irritare ulteriormente la mucosa anale. Prediligiamo un detergente delicato, diluito in acqua tiepida. Asciughiamoci tamponando con un tessuto naturale, come ad esempio lino o cotone.

Queste indicazioni sono puramente orientative. Consultiamo un medico per maggiori approfondimenti.

Questo contenuto è stato utile?

Con una sola risposta puoi aiutarci a migliorare la nostra attività informativa.
Il tuo riscontro resterà privato

No

Se vuoi, aggiungi qualche dettaglio: ogni indicazione è preziosa.
Ricorda che questo non è un modulo di contatto.


Potrebbero interessarti anche:

Si può correre con le emorroidi? Scegliamo la corsa leggera

Pubblicato il:

Si può correre con le emorroidi? Se amiamo il running, ma siamo affetti da malattia emorroidaria, è consigliabile valutare con attenzione se praticare la corsa sia possibile o tenda ad aggravare il nostro disturbo.

Emorroidi e prurito: come comportarsi in caso di fastidio

Pubblicato il:

Come gestire emorroidi e prurito? Se siamo interessati da malattia emorroidaria è spesso difficile tollerare il disagio. Prurito anale e perianale, gonfiore e bruciore sono sintomi fastidiosi e invalidanti.

FARMACO AUTOMEDICAZIONE
CON MEDICINALE

Proctosoll
CREMA RETTALE

Scopri Proctosoll Crema Rettale:
tripla azione antinfiammatoria, anestetica locale e anticoagulante.

Visita la scheda prodotto >
DISPOSITIVO MEDICO
SENZA CORTISONE

Proctosoll
ALLEVIA

Scopri Proctosoll Allevia:
un fresco sollievo da dolore, prurito e bruciore.

Visita la scheda prodotto >

Le emorroidi

Cerchi maggiori informazioni sulla patologia emorroidaria? Scopri l’approfondimento scientifico dedicato.

Visita la scheda patologia >