Emorroidi?

Puoi provare Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico

Emorroidi?

Puoi contare su Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi
sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico
regime alimentare per emorroidi esterne sport

Regime alimentare per emorroidi esterne: la dieta consigliata agli sportivi

Se pratichiamo attività fisica con regolarità e costanza dovremo prestare attenzione alla nostra dieta, specie se siamo soggetti a malattia emorroidaria. È ipotizzabile infatti un legame tra emorroidi esterne e alimentazione: seguire un regolare e corretto regime alimentare è funzionale a prevenire l’insorgere della patologia emorroidaria e ad alleviarne la sintomatologia. Dovremo pertanto selezionare i cibi da inserire in un adeguato regime alimentare per emorroidi esterne, soprattutto se pratichiamo sport.

Praticare una regolare attività fisica è consigliabile per mantenerci tonici e in forma, e per contrastare l’insorgenza di malattia emorroidaria: un esercizio fisico regolare e non eccessivamente affaticante, come la camminata o la ginnastica dolce, favorisce la circolazione sanguigna e contribuisce a mantenere attiva ed efficiente la naturale motilità intestinale.

Al contrario, uno stile di vita sedentario ostacola la regolare circolazione sanguigna, e può causare un aumento della pressione sulle vene del retto, con conseguente rigonfiamento dei cuscinetti del plesso ano-rettale, e possibile prolasso totale o parziale del plesso emorroidario.

Atleti: quali cibi inserire in un equilibrato regime alimentare per emorroidi esterne?

  • Cibi ad alto contenuto di fibre, come frutta e verdura in genere, per favorire la naturale motilità intestinale e prevenire la stipsi.
  • Carboidrati, principale fonte di energia per l’organismo, privilegiando la pasta integrale per l’alto contenuto di fibre.
  • Proteine contenute nei legumi (anch’essi ricchi di fibre) e nella frutta secca, per favorire il fisiologico processo riparativo a livello delle pareti vascolari lesionate.

Ricordiamoci peraltro che è molto importante bere acqua, per idratarci e reintegrare i liquidi persi con la sudorazione dovuta all’attività motoria. È pertanto fondamentale assumere almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, anche per assicurare una buona funzionalità renale e ammorbidire le feci: in questo modo viene agevolata l’evacuazione riducendo il rischio di stipsi e, conseguentemente, l’insorgenza di emorroidi esterne.

Sappiamo inoltre che la combinazione di un regime alimentare per emorroidi esterne con un’appropriata attività motoria rappresenta un ottimo metodo per mantenerci sani: un costante allenamento, nonostante lo stress fisico che può comportare soprattutto nelle fasi iniziali, costituisce la base per un corretto stile di vita.