Emorroidi?

Puoi provare Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico

Emorroidi?

Puoi contare su Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi
sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico

Emorroidi e bodybuilding: meglio evitare allenamenti intensivi?

Come possiamo valutare un’eventuale correlazione tra emorroidi e bodybuilding? Se siamo “tipi da palestra”, amiamo il fitness e non riusciamo a rinunciare a un allenamento intensivo e regolare, dovremo fare attenzione a scegliere con cura lo sport da praticare. Vediamo perché, in caso di emorroidi esterne infiammate, sarebbe meglio evitare alcune discipline.

Quale nesso tra emorroidi e bodybuilding? Attenzione agli sforzi fisici eccessivi

Il bodybuilding o culturismo prevede un allenamento intensivo per mezzo di pesi e sovraccarichi, con lo scopo di sviluppare massa muscolare e diminuire massa grassa. Si tratta di un lavoro anaerobico.

L’esercizio anaerobico è caratterizzato da sforzi energici e di breve durata e comprende attività quali scatti, corsa veloce, salti, sollevamento pesi, squat, spinning, ossia molte delle discipline afferenti al più generico bodybuilding o culturismo. Si tratta di attività durante le quali il fisico viene portato vicino al limite della propria forza o della velocità.

Durante la fase acuta della malattia emorroidaria è consigliabile evitare di praticare questo genere di attività. Il bodybuilding e molte discipline anaerobiche, infatti, contribuiscono a peggiorare la situazione locale in due modi:

  • Microtraumatismo ripetuto. Uno sforzo atletico eccessivo grava intensamente sulla muscolatura addominale e perineale, provocando traumi e micro-traumi a livello dei vasi emorroidari, con conseguente indebolimento delle pareti venose.
  • Alterazione del fisiologico flusso sanguigno. Uno sforzo ginnico massivo sollecita notevolmente la muscolatura del pavimento pelvico, contribuendo a ostacolare il ritorno venoso con conseguente, possibile fuoriuscita dei cuscinetti emorroidari dal canale anale.

Se desideriamo continuare a praticare sport, cosa possiamo sostituire al bodybuilding? In caso di crisi emorroidaria e a scopo preventivo meglio preferire discipline aerobiche. Quali? Ad esempio camminata, nuoto, ginnastica dolce, stretching dolce. L’esercizio aerobico, infatti, contribuirà a rafforzare il muscolo cardiaco e i muscoli della respirazione, conducendo a una migliore circolazione sanguigna e a una riduzione della pressione.

Ricordiamo, inoltre, di garantire al nostro organismo un apporto idrico di almeno 1, 5 litri di acqua al giorno. Bere acqua è importante sia per reintegrare i liquidi persi facendo sport sia per favorire il naturale transito intestinale prevenendo il rischio di stipsi, concausa del disturbo emorroidario.