Emorroidi?

Puoi provare Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico

Emorroidi?

Puoi contare su Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi
sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico

Emorroidi e sport: praticare tennis è dannoso?

Pubblicato il:

Coniugare emorroidi e sport: è possibile? Quanti di noi praticano regolarmente attività fisica si saranno chiesti se ci siano controindicazioni con la malattia emorroidaria. In particolare, che correlazione c’è tra disturbo emorroidario e tennis?

Come valutare emorroidi e sport se pratichiamo tennis?

Il tennis è uno sport aerobico- anaerobico alternato. Cosa significa? Si tratta di un’attività di fitness che prevede momenti di scatto alternati a momenti di relativo riposo. In linea generale il tennis è un’attività sportiva completa, che consente di avere effetti positivi sull’apparato cardiocircolatorio, su quello respiratorio e sul tono muscolare di tutto il corpo.

Queste caratteristiche possono contribuire a prevenire eventuali problematiche a livello vascolare, e dunque allontanare l’insorgenza di emorroidi patologiche. Ricordiamo, infatti, che il disturbo emorroidario è strettamente correlato alla funzionalità dell’apparato circolatorio e all’efficacia del ritorno venoso. Praticare tennis in maniera moderata e non usurante può concorrere a contrastare la sedentarietà, concausa della patologia emorroidaria.

Quando però la patologia emorroidaria è in fase acuta dovremo fare attenzione alla scelta della disciplina sportiva da praticare. Orientativamente è sconsigliato svolgere qualsiasi tipo di attività fisica implichi sforzi eccessivi, pressioni, sfregamenti, i quali potrebbero aggravare ulteriormente la congestione del plesso emorroidario, peggiorando l’infiammazione. Anche in caso di emorroidi esterne non gravi è consigliabile valutare con cura l’attività di fitness alla quale dedicarsi, per trarne beneficio senza peggiorare la situazione locale.

Il tennis praticato a livello agonistico può influire negativamente sulla presenza di emorroidi patologiche. Infatti le contrazioni muscolari previste da questo sport sono elevate e frequenti e le articolazioni devono sostenere bruschi cambiamenti di direzione.

In particolar modo, i salti e gli stop improvvisi tipici del tennis comportano eccessivi sforzi o sollecitazioni dell’area perineale. Tale condizione può provocare micro-traumi a livello dei vasi emorroidari, con conseguente indebolimento e dilatazione delle pareti venose. Ne consegue che il ritorno venoso potrebbe essere ostacolato, con il rischio che i cuscinetti emorroidari si gonfino e si infiammino.

Emorroidi e sport possono integrarsi, ma attenzione alla pratica sportiva da preferire. Sono consigliate attività quali nuoto, ginnastica dolce, camminata moderata, yoga. Queste discipline non stressano, bensì tonificano, la muscolatura del pavimento pelvico.

Lo scopo è migliorare la circolazione sanguigna e favorire il naturale transito intestinale. Contestualmente, dovremo seguire un regime alimentare con un equilibrato apporto di frutta, verdura e acqua (almeno 1, 5 litri al giorno) per ammorbidire le feci e facilitarne l’espulsione.

Questo contenuto è stato utile?

Con una sola risposta puoi aiutarci a migliorare la nostra attività informativa.
Il tuo riscontro resterà privato

No

Se vuoi, aggiungi qualche dettaglio: ogni indicazione è preziosa.
Ricorda che questo non è un modulo di contatto.


Potrebbero interessarti anche:

Prevenire le emorroidi esterne: indicazioni utili per sportivi

Pubblicato il:

Quanti fra noi svolgono attività fisica, sia a livello agonistico che amatoriale, dovranno seguire alcuni utili accorgimenti per prevenire le emorroidi esterne. Non solo la sedentarietà, ma anche praticare alcuni sport che comportano eccessive pressioni sul pavimento pelvico, con conseguente stasi ematica (cioè ristagno di sangue), può favorire l’insorgenza della malattia emorroidaria.

Emorroidi esterne in estateEmorroidi esterne in estate

Emorroidi esterne in estate: cause e rimedi

Pubblicato il:

Per molti di noi l’estate è occasione di vacanze e relax. Ma non sempre il caldo giova alla nostra salute: durante la stagione calda, infatti, le emorroidi, cuscinetti artero-venosi del canale anale, sono più soggette a infiammazioni.

FARMACO AUTOMEDICAZIONE
CON MEDICINALE

Proctosoll
CREMA RETTALE

Scopri Proctosoll Crema Rettale:
tripla azione antinfiammatoria, anestetica locale e anticoagulante.

Visita la scheda prodotto >
DISPOSITIVO MEDICO
SENZA CORTISONE

Proctosoll
ALLEVIA

Scopri Proctosoll Allevia:
un fresco sollievo da dolore, prurito e bruciore.

Visita la scheda prodotto >

Le emorroidi

Cerchi maggiori informazioni sulla patologia emorroidaria? Scopri l’approfondimento scientifico dedicato.

Visita la scheda patologia >