Emorroidi?

Puoi provare Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico

Emorroidi?

Puoi contare su Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi
sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico

Banane ed emorroidi: valutiamo questo frutto e prepariamo uno smoothie

Pubblicato il:

Banane ed emorroidi: un connubio felice? In materia di salute proctologica l’alimentazione gioca un ruolo fondamentale.

Stitichezza e diarrea sono due fattori predisponenti, perciò facciamo attenzione a inserire le fibre in maniera bilanciata nella nostra dieta.

Come valutare il consumo di banane? Vediamo di approfondire la relazione tra banane ed emorroidi e in che modo introdurre questo frutto nella nostra alimentazione.

Banane ed emorroidi: cibo amico o da evitare?

In linea generale il consumo di questo frutto tropicale porta non pochi benefici. Nelle banane possiamo trovare:

  • Acqua e fibre. Favoriscono il naturale transito intestinale, promuovendo la formazione di feci morbide e di facile espulsione per contrastare il rischio di stitichezza.
  • Oligoelementi. Potassio, calcio, fosforo e rame fanno della banana un alimento per reintegrare i liquidi e i sali minerali persi con la sudorazione, specie se pratichiamo sport con regolarità.
  • Ferro. Assumendo il ferro contenuto nelle banane compenseremo la perdita di questo oligoelemento in seguito a eventuale sanguinamento delle emorroidi.
  • Vitamina C. Essa è necessaria all’organismo per sintetizzare il collagene in grado di rinforzare l’elasticità dei vasi sanguigni. Ciò è importante, considerando la fisiologica fragilità delle pareti dei vasi emorroidari.
  • Vitamina A. La sua presenza contribuirà a regolare la rigenerazione dei tessuti, importante in caso di irritazione cutanea e rottura delle emorroidi.

Orientativamente, se siamo soggetti a dissenteria, dovremo preferire il consumo di banane poco mature, per conservarne la funzione astringente. Viceversa, se soffriamo di stitichezza, dovremo limitare il consumo di banane acerbe, ma mangiare questo frutto a giusta maturazione.

Prepariamo uno smoothie banana, fragole e yogurt

Andiamo a realizzare un concentrato di salute. Le fragole sono ricche di fenoli e manganese, dalle proprietà antinfiammatorie. La presenza di vitamina C contribuirà a rafforzare le pareti venose. Lo yogurt concorrerà a riattivare e riequilibrare la flora intestinale e il sistema immunitario.

INGREDIENTI

  • 100 g banana (pari a una banana media);
  • 100 g fragole;
  • 250 g yogurt bianco naturale o dolce, a seconda dei gusti.

PREPARAZIONE

Dopo aver lavato accuratamente la frutta, priviamo la banana della buccia e le fragole della calotta superiore con la fogliolina.

Tagliamo la frutta a pezzetti grossolani e inseriamo tutto in un frullatore o mixer a immersione.

Aggiungiamo lo yogurt. La frutta contiene già i propri zuccheri naturali ma, se desideriamo dolcificare ulteriormente la preparazione, possiamo scegliere uno yogurt dolce o aggiungere un cucchiaino di miele o succo d’agave.

Frulliamo tutto fino a ottenere un composto cremoso e omogeneo. Il nostro smoothie è pronto. Ottimo gustato a merenda, specie in estate, ma facciamo attenzione al consumo di questa preparazione se soffriamo di dissenteria.

Questo contenuto è stato utile?

Con una sola risposta puoi aiutarci a migliorare la nostra attività informativa.
Il tuo riscontro resterà privato

No

Se vuoi, aggiungi qualche dettaglio: ogni indicazione è preziosa.
Ricorda che questo non è un modulo di contatto.


Potrebbero interessarti anche:

emorroidi gravidanza prevenzioneemorroidi gravidanza prevenzione

Come prevenire le emorroidi esterne in gravidanza: consigli per le future mamme

Pubblicato il:

Seguire uno stile di vita finalizzato a prevenire le emorroidi esterne in gravidanza aiuterà quante di noi sono in dolce attesa e desiderano godersi questo momento con serenità,

Quanto durano le emorroidi? Indicazioni sui tempi di guarigione

Pubblicato il:

“Ma quanto durano le emorroidi?” Molti di noi si saranno posti questa domanda, afflitti da malattia emorroidaria e relativa sintomatologia.

Il decorso del disturbo può variare in relazione al livello di gravità della patologia (che possiamo iniziare a comprendere tramite il test interattivo “grado di patologia”), alla soggettività del paziente e ad alcune abitudini comportamentali.

FARMACO AUTOMEDICAZIONE
CON MEDICINALE

Proctosoll
CREMA RETTALE

Scopri Proctosoll Crema Rettale:
tripla azione antinfiammatoria, anestetica locale e anticoagulante.

Visita la scheda prodotto >
DISPOSITIVO MEDICO
SENZA CORTISONE

Proctosoll
ALLEVIA

Scopri Proctosoll Allevia:
un fresco sollievo da dolore, prurito e bruciore.

Visita la scheda prodotto >

Le emorroidi

Cerchi maggiori informazioni sulla patologia emorroidaria? Scopri l’approfondimento scientifico dedicato.

Visita la scheda patologia >