Emorroidi?

Puoi provare Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico

Emorroidi?

Puoi contare su Proctosoll
per un sollievo mirato dai dolorosi
sintomi delle emorroidi.

Proctosoll Crema Rettale
farmaco automedicazione
Proctosoll Allevia
dispositivo medico

Frutta secca ed emorroidi: come valutare questo alimento

Frutta secca ed emorroidi vanno d’accordo in una giusta dieta per ridurre e contrastare il disturbo? Molti di noi amano sgranocchiare frutta secca in varie occasioni, ma si tratta di un comportamento alimentare corretto in caso di malattia emorroidaria?

Vediamo se e come inserire la frutta secca in un equilibrato regime alimentare antiemorroidario.

Come valutare frutta secca ed emorroidi? Ecco i benefici

In generale la frutta secca vanta molte proprietà. Essa è una riserva di energia per il nostro organismo. Se siamo affetti da disturbo emorroidario, ecco come valutare frutta secca ed emorroidi per ottenere benefici:

  • Fibra alimentare. La frutta secca è ricca di fibre. Se soffriamo di emorroidi da stipsi, assumere questi frutti contribuirà ad aumentare e ammorbidire la massa fecale, agevolandone l’espulsione.
  • Acidi grassi essenziali. Omega 3 e omega 6 sono presenti in tutta la frutta secca, ma in modo particolare nelle noci. Il giusto equilibrio tra questi due acidi contribuirà a regolare i processi infiammatori nel nostro organismo. Se soffriamo di emorroidi infiammate potremo usufruire dei benefici delle noci, consumandone 4 al giorno.
  • Sali minerali. La frutta secca è ricchissima di sali minerali. In particolare, noci e anacardi sono ricchi di zinco, che concorre nel processo di rimarginazione delle ferite e stimola il sistema immunitario. Pistacchi e anacardi sono ricchi di ferro, principale trasportatore di ossigeno a tutte le cellule del corpo e necessario alla sintesi del collagene, e dunque alla formazione dei tessuti. Tutta la frutta secca è ricca di rame, importante nel mantenimento dell’elasticità dei vasi sanguigni e nel rafforzamento del sistema immunitario.
  • Vitamina E. Presente soprattutto in mandorle e nocciole, è una vitamina importante per contrastare qualunque tipo di degenerazione, sia patologica che imputabile all’invecchiamento. Consumare 5 mandorle o nocciole al giorno garantirà un’equilibrata assunzione di nutrienti.

Frutta secca ed emorroidi esterne? Occhio alle fibre

Evitare del tutto l’assunzione di frutta secca poiché calorica è un comportamento alimentare non corretto, così come mangiarne eccessivamente. Un consumo che non superi i 50 g di frutta secca al giorno sarà consigliabile per la preziosa riserva di nutrienti che questi alimenti ci offrono.

L’unico accorgimento da seguire sarà limitare il consumo di frutta secca se soffriamo di emorroidi da diarrea in quanto, come specificato, questi alimenti sono ricchi di fibra e perciò ad azione lassativa. Un consumo smodato, dunque, potrebbe aumentare gli episodi di dissenteria, aggravando la nostra situazione locale. Ricordiamo che inserire con gradualità le fibre alimentari nella dieta contribuirà altresì a prevenire la formazione di gas intestinale.