Proctosoll Crema Rettale

Emorroidi?

Puoi contare su Proctosoll Crema Rettale per un sollievo mirato dai dolorosi
sintomi delle emorroidi.

Puoi mostrare questa scheda al
tuo farmacista per informazioni
e consigli personalizzati!

Scarica la scheda
Proctosoll Crema Rettale

Emorroidi?

Puoi contare su Proctosoll Crema Rettale per un sollievo mirato dai dolorosi
sintomi delle emorroidi.

Puoi mostrare questa scheda al
tuo farmacista per informazioni
e consigli personalizzati!

Questo sito utilizza cookie (propri o di altri siti) per salvare informazioni e tracciare dati di navigazione. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie Clicca qui Altrimenti accedi a un qualunque elemento del sito.

Ok

Emorroidi e gravidanza

Emorroidi esterne in gravidanza: consigli per le mamme.

Se siamo in dolce attesa, potrebbe capitarci di essere interessate da malattia emorroidaria. La comparsa di emorroidi esterne in gravidanza riguarda molte di noi: non vi sono conseguenze per il feto e non c’è rischio di emorroidi nei neonati , ma la patologia è accompagnata da una sintomatologia fastidiosa .

Proctosoll confezione
Proctosoll logo

Proctosoll è una crema che agisce sui sintomi delle emorroidi esterne non complicate. Grazie alle proprietà antinfiammatoria, antipruriginosa ed anestetica locale, può aiutarti a ritrovare la sensazione di freschezza e sollievo.

Vai alla scheda prodotto >

 

L’insorgenza di emorroidi esterne in gravidanza può rendere difficoltoso e spiacevole un periodo delicato ed emozionante per la futura mamma. Conoscere cause e sintomi della patologia emorroidaria potrà aiutarci a prevenire e ad alleviare il disagio.

Per prevenire e contrastare l’insorgenza di emorroidi esterne e ragadi anali in gravidanza dobbiamo prestare attenzione alla scelta di una dieta adeguata per idratarci e favorire la naturale regolarità intestinale, assumendo il giusto apporto di fibre e acqua. Meglio evitare invece cibi irritanti, astringenti e lassativi che possono causare o aggravare l’infiammazione della zona ano-rettale.

 

emorroidi-gravidanza-slideshow

Un’altra buona pratica da seguire per prevenire e alleviare le emorroidi esterne in gravidanza è svolgere una leggera e costante attività fisica , che favorisca la circolazione sanguigna, la naturale regolarità intestinale e che rafforzi i muscoli del bacino e del pavimento pelvico in vista del parto. A questo scopo, può risultare utile praticare alcune posizioni yoga mirate

Posizioni yoga consigliate:

  • Posizioni (o asana) sedute e in piedi, per rafforzare i muscoli delle gambe, soprattutto nel primo trimestre.

Posizioni yoga da evitare:

  • Posture supine o invertite, soprattutto dal secondo trimestre fino a fine gravidanza.

Ricordiamo di non trascorrere troppo tempo sedute e di utilizzare validi cuscini ortopedici per emorroidi esterne, in modo da alleggerire il peso sulla zona ano-rettale, già gravata dal feto.

Non sottovalutiamo l’importanza di un abbigliamento adeguato alla nostra condizione di gestanti, soprattutto per quanto riguarda la biancheria intima: sia per arginare il fastidio doloroso della malattia emorroidaria, sia per prevenirne l’insorgenza, sarà necessario scegliere indumenti comodi, che agevolino i nostri movimenti e non comprimano la fascia pelvica.

Abbigliamento consigliato:

  • fibre naturali (cotone, seta, lino, lana)
  • Biancheria di colore bianco

Abbigliamento sconsigliato:

  • fibre sintetiche (poliestere, elastan, polipropilene)
  • Tessuti colorati      

Il problema delle emorroidi esterne  può comparire a fine gravidanza al momento del parto a causa della forte sollecitazione a carico del pavimento pelvico durante la fase espulsiva: si parla infatti di “ crisi emorroidaria”. Dovremo cercare di individuare posizioni che facilitino la fuoriuscita del feto, evitando di aggravare la pressione sul bacino, per limitare il disagio del disturbo emorroidario o per contrastarne la comparsa:

Posizioni consigliate:

  • Carponi per allargare il bacino.
  • Genupettorale per alleviare il dolore.
  • Stese sul fianco per alleggerire la pressione sul pavimento pelvico.

Posizioni sconsigliate:

  • Accovacciate.
  • Semidistese.
  • In piedi.
  • Sedute sulla poltrona da parto.

Il problema delle emorroidi esterne in gravidanza dovrebbe risolversi con il parto. Potrebbe capitare, però, di soffrire di emorroidi esterne post-partum , come conseguenza di una fase espulsiva lunga e faticosa. Non spaventiamoci: sono molti i rimedi che possiamo adottare per limitare il problema. Effettuare una corretta detersione intima è una buona soluzione per alleviare la sintomatologia emorroidaria e prevenirne la comparsa.

L’utilizzo di una pomata per emorroidi esterne ad uso locale contribuirà a ridurre il disagio del disturbo emorroidario tramite l’ azione combinata dei suoi principi attivi: chiediamo consiglio al nostro medico per l’utilizzo in gravidanza o durante l’allattamento.

E i nostri bimbi? Le emorroidi nei neonati e lattanti sono da escludere, ma i nostri figli più grandicelli possono essere interessati da emorroidi esterne: la malattia emorroidaria non è ereditaria, ma ne è stata riconosciuta una certa familiarità. Non allarmiamoci e consultiamo il pediatra per ricevere indicazioni mirate ed esaustive.

Vuoi saperne di più su queste tematiche? Leggi gli approfondimenti su Emorroidi e Gravidanza.

Emorroidi: scopri il grado di patologia

Conoscere la patologia è il primo passo per viverla serenamente. Con alcune semplici domande interattive e pochi clic, puoi iniziare a comprendere la gravità del disturbo e come trattarlo.

Alfasigma
AlfaSigma slogan
Proctosoll logo